RIOT

 
 

1. Wait
Leonardo Radicchi  

RIOT
La ribellione dell’uomo moderno.

Leonardo Radicchi/Sax
Marta Capponi/Voice & Effects
Claudio Leone/Electric Guitar
Lorenzo Cannelli/Fender Rhodes & Elka Organ
Filippo Radicchi/Drums

Recorded and mixed @tube studio Fara in Sabina by Mauro Laficara

Produced by Roberto Ramberti

7 composizioni originali per le quali Leonardo  prende spunto da personaggi, tensioni sociali ed eventi che attraversano la società europea, americana e non solo.

Tutti i brani fissano aspetti diversi della ribellione,dalla sua genesi di lungo periodo (il brano “Feeding a Shark in a Pool”), al suo svolgersi e consumarsi (“Suite for a Riot”, in tre movimenti), fino alla descrizione dei suoi personaggi (“People who say no” e “Blues for Yvan Sagnet”). In “Wait” tutto diventa più esplicito: si abbandona la musica strumentale per passare ad un brano in cui la voce (della cantante Marta Capponi) non lascia spazio a dubbi. Il disco si chiude con “Sing for Absolution”, brano dei Muse, la band alternative rock britannica, scritto dal leader Matt Bellamy, che si pone come naturale conclusione e che risolve nella liricità sia le tensioni ritmiche ed armoniche del disco che le pulsioni ideali che lo attraversano.

382221_395905583839624_1979138287_n

Groove Master Edition © (2017) Privacy Policy
 

 
 
previous next
X